Follow by Email

Translate

mercoledì 8 novembre 2017

E' arrivata la primavera!

E fuori si avvertono i profumi dei fiori appena sbocciati,
mentre mi trovo nell'anticucina di un lussuoso appartamento nel centro di Roma.

La proprietaria mi fa una richiesta un po' insolita per un'ala della casa secondaria e poco illuminata:
desidera che questo diventi il suo angolo di gioia.

Quindi che la festa inizi proprio sopra la porta che comunica con la cucina: sarà un trionfo di melograni, simbolo di vita e fertilità, a dare inizio alle danze.

trionfo di melograni
fregio policromo con tralci d'uva 


Dato che le pareti sono molto alte, perché non fare una bella fascia decorativa che corra lungo il perimetro del soffitto?
Propongo la vite, che di simboli positivi ne racchiude tanti e la faccio giocare con i suoi tralci in movimenti sinuosi che si incrociano con quelli di un finto stucco.






Scelgo l'uva bianca,
più discreta e luminosa.

Le foglie di un verde a volte più intenso, a volte più tenue, ma mai secche.

Le ombre riportate creano un leggero effetto 3D o, per meglio dire, a trompe l'oeil.

fregio policromo con tralci d'uva 







Dopo aver riportato l'essenza
del dipinto a stencil,
procedo con molta cura direttamente a pennello.






Ma non finisce qui!
Claudia Pelà

C'è una botola che nasconde l'entrata ad un soppalco:
ha un'estetica poco piacevole e bisogna nasconderla.


L'impresa non è semplice ma mi viene una buona idea:
creo uno squarcio nel muro e "sfondo " la parete!


Ecco che l'opera si completa,
un cielo azzurro irrompe nella stanza
e la primavera adesso è anche qui dentro!
trompe l'oeil su legno

Nessun commento:

Posta un commento